La visita andrologica

CHE COS’È LA VISITA ANDROLOGICA?

La visita andrologica è un controllo medico fondamentale per escludere, diagnosticare o monitorare disturbi nell’area genitale e della fertilità maschile .

A CHE COSA SERVE UNA VISITA ANDROLOGICA?

I sintomi che spingono gli uomini a sottoporsi a una visita andrologica sono solitamente fastidi e cambiamenti nella simmetria, consistenza e sensibilità dei testicoli o malattie come disfunzione erettile (impotenza), infiammazioni genitali, eiaculazione precoce, varicocele, oltre che sospetto di infertilità.

COME SI SVOLGE LA VISITA ANDROLOGICA?

La visita inizia con l’anamnesi: il medico andrologo chiede al paziente informazioni sul suo stile di vita, le sue abitudini, eventuali malattie o cure farmacologiche in corso, la storia clinica della famiglia e la sua vita sessuale.

Il medico andrologo controlla poi con osservazione e palpazione la zona genitale del paziente. In base alla valutazione dello stato di salute della zona, il medico deciderà se fare anche un’ecografia o prescrivere al paziente ulteriori esami di accertamento.   

COME PREPARARSI A UNA VISITA ANDROLOGICA?

La visita andrologica non prevede alcuna preparazione specifica. Si consiglia al paziente di portare con sé i referti degli ultimi esami del sangue, di altri esami relativi al problema andrologico e l’elenco di eventuali terapie farmacologiche in corso.

IL TRATTAMENTO DELLA PATOLOGIA PENIENA CON LE ONDE D'URTO 

L'induratio penis plastica (IPP), o malattia di La Peyronie, interessa fino al 5% della popolazione maschile e può essere causa di curvature dolorose (per paziente e partner) e deficit erettile. Oltre alla terapia farmacologica orale, può essere indicata una terapia con onde d'urto (ultrasuoni) per ridurre la sintomatologia. 
Il trattamento è indolore e suddiviso in più sedute, sotto il costante monitoraggio dell'operatore. Questa procedura è utile anche in pazienti affetti da deficit erettile, previa valutazione andrologica personalizzata.