La mappatura dei nei con videodermatoscopia

CHE COS'È LA MAPPATURA COMPUTERIZZATA DEI NEI?

La videodermatoscopia (mappatura dei nei) è un esame dermatologico di secondo livello che viene consigliato nei casi in cui, a un primo controllo clinico, si riscontrasse un numero elevato di nei atipici o irregolari (lesioni), meritevoli di un attento controllo nel tempo.
Questo esame permette di fotografare i nei a rischio e di controllarne nel tempo l'eventuale modificazione, consentendo una diagnosi precoce del melanoma (tumore della pelle). 

IN COSA CONSISTE LA VIDEODERMATOSCOPIA?

La videodermatoscopia consiste nell'esecuzione di fotografie, d’insieme e singole, di tutte le lesioni melanocitarie che sono ritenute dal medico suscettibili di trasformazione, e quindi degne di essere seguite in modo particolare nel tempo. 

Durante l’esame vengono scattate fotografie d’insieme e fotografie relative a ogni segmento corporeo dove si trova una lesione che si intende analizzare meglio con l'epiluminescenza (ingrandimento 20x con illuminazione soprastante). Tutte le fotografie sono salvate nella cartella clinica del paziente, a disposizione per ulteriori confronti nel futuro.
A questo punto, se non nota anomalie particolari, il medico è già in grado di rassicurare il paziente, esattamente come succede dopo un’ecografia o una mammografia.

La refertazione completa dell'esame viene inviata al paziente via e-mail e conservata in archivio.
L'esame non è assolutamente invasivo per il paziente, dura circa tre quarti d'ora, e permette di avere in archivio tutto lo storico di ogni singolo paziente.

CHE COSA OFFRE DI PIÙ RISPETTO ALL'ESAME IN EPILUMISCENZA CLASSICO?

Con un controllo dei nei classico, in cui si esegue l'esame clinico e in epiluminescenza, si ottiene un giudizio clinico che prevede una descrizione abbastanza precisa di quello che si osserva, ma che è sicuramente difficilmente confrontabile con una visita successiva, per esempio a distanza di un anno, effettuata da un altro medico.   

La mappatura computerizzata dei nei invece, per il fatto stesso che prevede fotografie salvate su un database, consente un confronto diretto, oggettivo, controllo dopo controllo, di tutte le lesioni neviche considerate "a rischio". Permette quindi di fare diagnosi precoce in caso di modificazioni di aspetto di un nevo. Permette, nella maggior parte de casi, di cogliere quelle "differenze" minime che al solo occhio clinico potrebbero sfuggire. Difficile per un medico, dato l'elevato numero di lesioni e di pazienti che vede, ricordarsi l'esatta morfologia di una lesione, vista magari un anno prima. Con l'aiuto delle fotografie e di un PC questo "limite" umano viene superato.

CHI PUÒ FARE LA MAPPATURA DEI NEI?

I soggetti considerati più a rischio di altri: questo esame esame, infatti,  non viene proposto a tutti indiscriminatamente, ma solo a coloro che realmente lo necessitano. Non è possibile quindi, per il paziente che esegue un primo accesso al Centro Medico Santagostino, prenotare direttamente questo tipo di esame, a meno che non sia stato richiesto da un altro specialista dermatologo. Verrà prima eseguita una visita dermatologica classica; se poi lo si riterrà necessario, si consiglierà al paziente di eseguire anche una mappatura computerizzata.

QUANTO COSTA?

La prestazione costa 120 euro. Verifica qui se hai diritto a sconti. Il pagamento avviene in fase di prenotazione