Cerca nel sito
Chiudi

Agricoltura biologica

Che cosa si intende per "biologico"? Tutti i consigli della nutrizionista per una scelta consapevole
A cura di
Maria Vittoria
Conti

CHE COSA SI INTENDE PER "BIOLOGICO"?

La parola "biologico" si riferisce al modo in cui gli agricoltori crescono e trasformano prodotti agricoli, quali frutta, verdura, cereali, prodotti lattiero-caseari e carne.

Le pratiche agricole biologiche sono progettate per soddisfare i seguenti obiettivi:

  • Migliorare la qualità del suolo e dell'acqua
  • Ridurre l'inquinamento
  • Fornire habitat sicuri e salubri per l'allevamento del bestiame
  • Incentivare il comportamento naturale del bestiame
  • Promuovere un ciclo autosufficiente di risorse nelle fattorie

QUALI SONO LE PRATICHE NON AMMESSE?

I materiali o pratiche non ammesse nell'agricoltura biologica includono:

  • Concimi sintetici per aggiungere sostanze nutritive al suolo
  • Fertilizzanti
  • La maggior parte dei pesticidi sintetici per il controllo dei parassiti
  • Irradiazione per preservare il cibo o per eliminare malattie o parassiti
  • Ingegneria genetica, utilizzata per migliorare la resistenza di malattie o parassiti o migliorare le rese dei raccolti
  • Antibiotici o ormoni di crescita per il bestiame

QUALI SONO LE PRATICHE AMMESSE?

I materiali e le pratiche agricole biologiche possono includere:

  • Rifiuti vegetali presenti sui campi, fertilizzanti naturali o compost per migliorare la qualità del suolo
  • Rotazione delle piante per preservare la qualità del suolo e per interrompere cicli di parassiti o malattie
  • Coprire le colture che prevengono l'erosione quando i terreni non sono in uso e si sparge nel suolo per migliorare la qualità del suolo
  • Insetti predatori o trappole per insetti per controllare i parassiti
  • Alcuni pesticidi naturali e alcuni pesticidi sintetici approvati per l'agricoltura biologica, usati raramente e solo come ultima risorsa in coordinamento con un agente di certificazione organica USDA

Le pratiche agricole biologiche per il bestiame comprendono:

  • Condizioni di vita sane e accesso all'aperto
  • Alimentazione da pascolo per almeno il 30 per cento delle esigenze nutrizionali del bestiame durante la stagione di pascolo
  • Alimenti biologici per animali
  • Vaccinazioni

È necessario inoltre ricordare che il termine "naturale" e "biologico" non sono sinonimi. In generale se un prodotto viene definito come "naturale"  in etichetta alimentare, significa che non ha colori artificiali, sapori o conservanti, ma non si riferisce ai metodi o ai materiali utilizzati per produrre gli ingredienti alimentari.