Cerca nel sito
Chiudi

La stimolazione transcranica con correnti dirette (tdcs)

La stimolazione transcranica con correnti dirette è una tecnica di stimolazione cerebrale non invasiva che consiste nell'applicazione sullo scalpo di elettrodi che emettono una corrente continua di bassa intensità non percepibile dal soggetto stimolato.

COS'È LA tDCS?

La stimolazione transcranica con correnti dirette (o transcranial Direct Current Stimulation, tDCS) è una tecnica di stimolazione cerebrale non invasiva che consiste nell'applicazione sullo scalpo di elettrodi che emettono una corrente continua di bassa intensità non percepibile dal soggetto stimolato.
Questo metodo è in grado di indurre modificazioni dell'eccitabilità cerebrale che durano a lungo, anche dopo il trattamento.
Negli ultimi anni questo metodo è stato ampiamente utilizzato nello studio dei processi cognitivi e comportamentali, sia nei soggetti sani che nei pazienti affetti da malattie degenerative o psichiatriche.
Infatti, la semplicità di tale tecnica, l'assenza di effetti collaterali e la persistenza degli effetti indotti la rendono un'interessante prospettiva per il trattamento di diverse patologie neurologiche e neuropsichiatriche.
 

QUALI SONO LE APPLICAZIONI TERAPEUTICHE?

La stimolazione transcranica con correnti dirette agisce sul sistema nervoso centrale e trova potenziale applicazione in tutte le condizioni patologiche in cui è coinvolta la corteccia cerebrale. Le applicazioni terapeutiche attuali della tDCS si sono focalizzate sulle patologie neurologiche e psichiatriche, comprese:

Patologie Neurologiche:

Indicazioni terapeutiche

  • Dolore Cronico
  • Conseguenze relative ad Ictus

Ci sono inoltre studi pilota che indagano sui disturbi del movimento legati a:

Patologie psichiatriche:

Indicazioni terapeutiche

Dipendenza da:

Disturbi dell'alimentazione: