ADOLESCENTI E GENITORI: UN CORSO

Adolescenza: un passaggio critico. Il fatto di non appartenere più al mondo dell’infanzia e non ancora al mondo degli adulti è alla base delle crisi di passaggio e di rottura tipiche di chi attraversa questo momento della vita, che comporta un vero e proprio sconvolgimento: del corpo, certo, ma anche della comunicazione e delle relazioni, in particolare con i genitori. Si tratta di una crisi che non riguarda solo il giovane: tutta la famiglia è direttamente coinvolta.

L'adolescente porta spesso un disagio nel confrontarsi con i propri genitori ed è importante che i genitori stessi possano essere sostenuti a rivestire e modificare il loro ruolo. In alcuni casi i genitori fanno fatica a trovare la giusta distanza dal proprio figlio, con il rischio di sbandamenti agli estremi: o lo controllano come se fosse ancora un bambino bisognoso, o prendono le distanze facendolo sentire abbandonato.

Centro Medico Santagostino propone incontri formativi e informativi per i genitori di adolescenti e adolescenti (13-20 anni) con gli specialisti dell'équipe del Servizio Specialistico Adolescenti del Sangagostino. Il secondo ciclo di incontri, dal titolo  "Io ho un vuoto dentro: il corpo degli adolescenti che parla" , saranno condotti dalla dott.ssa Alessia Bajoni insieme alla dottoressa Beatrice Beyerle e Elisabetta Mangano nelle date di:

  • mercoledì 26/09
  • martedì 9/10
  • mercoledì 24/10

Le serate si terranno presso la sede di Cadorna (Foro Buonaparte 63, MM Cadorna), dalle 18.30 alle 20.30. Costo: 30 euro a persona per i 3 incontri.

Il rapporto con il proprio corpo è uno dei temi più complessi e faticosi del periodo adolescenziale. Gli adolescenti prima agiscono e poi pensano: il corpo e l’azione vengono prima del pensiero, della riflessione. Per questo, spesso e volentieri, gli adolescenti sfogano impulsivamente la loro rabbia, la loro impotenza, il loro fortissimo senso d’inutilità e incomprensione sul corpo che vedono cambiare e non riconoscono più come proprio.
Sono numerose e diverse le modalità con cui gli adolescenti esprimono la loro insoddisfazione, ma in generale tutti i comportamenti a rischio tipici di questa età sono atti dimostrativi di sofferenza e disagio.

Durante le tre serate con le dottoresse Bajoni, Beyerle e Mangano si farà un viaggio nel mondo dei ragazzi a partire dalla presa di coscienza che il loro corpo sta cambiando, passando per il loro desiderio e bisogno di prendersi cura del proprio corpo con tatuaggi e piercing sino a giungere al “corpo che soffre”.

Autolesionismo, disturbi alimentari, somatizzazioni e talvolta anche suicidio: il corpo che cambia diventa luogo di espressione di un disagio nascosto e difficile da esprimere. 

L'iscrizione (fino a esaurimento postiavviene tramite la compilazione di questo form online, mentre il pagamento potrà avvenire direttamente nella sede di Cadorna la sera stessa dell'incontro o prima presso una qualsiasi delle nostre sedi. Dovranno essere pagate contestualmente tutte e tre le serate, per un prezzo complessivo pari a 30 euro: al primo incontro dovrà essere saldato l'intero importo. Non è possibile partecipare a singoli incontri.

Il numero massimo di partecipanti è di 15 persone. L'incontro verrà svolto solo nel caso si raggiunga il numero minimo di almeno 5 iscritti.

23 lugllio 2018