Visita ortopedica

CHE COS’È LA VISITA ORTOPEDICA?

La visita ortopedica è un controllo medico utile a valutare lo stato di salute di ossa, muscoli e articolazioni ed eventualmente diagnosticare e curare malfunzionamenti e malattie della locomozione come artrosi, alluce valgo, torcicollo, ernia del disco, lesioni muscolari, tendinopatie, tunnel carpale, dolori articolari e altre patologie.

L’ortopedico si occupa di indagare e valutare origine e natura di sintomi dolorosi che riguardano la colonna vertebrale e gli arti superiori (gomiti, spalle, polsi, mani) e inferiori (anche, ginocchia, caviglie, piedi). L’ortopedico è anche il medico di riferimento per quanto riguarda l’indagine e la cura di lesioni causate da traumi come fratture, distorsioni e lussazioni.

La visita ortopedica può servire anche per fornire un consulto o un accertamento legale per cause civili, infortuni e incidenti stradali.

COME SI SVOLGE LA VISITA ORTOPEDICA?

Nella prima fase della visita (anamnesi) l’ortopedico si informa sullo stile di vita del paziente, sul suo lavoro, sulle sue abitudini in materia di sport e movimento fisico, su eventuali malattie o cure farmacologiche in corso, chiede dettagli sui sintomi che manifesta ed eventualmente sul trauma che li ha causati.

Il medico ortopedico procede poi all’osservazione della postura, della forza muscolare, dei movimenti e dell’aspetto generale della struttura corporea, soffermandosi sulle zone doloranti segnalate dal paziente.

L’ortopedico può poi suggerire al paziente di sottoporsi a ecografia muscolo-tendinea o elettromiografia, o ad altri esami di accertamento in un secondo momento come radiografia, Tac o risonanza magnetica.

COME PREPARARSI ALLA VISITA ORTOPEDICA?

La visita ortopedica non prevede alcuna preparazione specifica. Si consiglia al paziente di portare con sé i referti di eventuali altri esami relativi al problema ortopedico e l’elenco di eventuali terapie farmacologiche in corso.