DI COSA SI TRATTA?

L’Herpes zoster, una patologia molto diffusa a carico della cute e delle terminazioni nervose e meglio nota come Fuoco di Sant’Antonio.
L’Herpes zoster è causato da un virus, il virus della varicella zoster, che si può contrarre nella vita sin da molto giovani. Il contatto con questo virus sviluppa la varicella che è una manifestazione cutanea caratterizzata da prurito, anche intenso, e numerose vescicole sulla pelle.

Una volta risolta la varicella questo virus rimane comunque nell'organismo sotto controllo del sistema immunitario, in una forma di infezione cosiddetta “latente”.
In età adulta, a seguito di trattamenti farmacologici importanti o per un improvviso abbassamento delle difese immunitarie si può assistere a una riattivazione del virus che si manifesta sottoforma di rush cutaneo, il cosiddetto fuoco di Sant’Antonio.

QUALI SONO I SINTOMI?

In genere i pazienti lamentano un dolore molto intenso in una parte del corpo, quindi soltanto da un lato, con focolai di prurito in zone diversamente estese. Dopo 3 o 4 giorni compaiono delle chiazze, un eritema più o meno diffuso e delle vescicole che, in genere, confluiscono in bolle oppure creano una composizione a grappolo.

TRATTAMENTO E CURA

È possibile ridurre i sintomi e le eventuali complicazioni annesse tramite farmaci antivirali. La guarigione avviene, in genere, nell’arco di due-quattro settimane, se non ci sono particolari complicanze. In alcuni casi, però, il dolore può persistere più a lungo e questo succede soprattutto nei casi di zoster a localizzazione oculare o se dovessero esserci altri complicanze neurologiche.

ESISTE UN VACCINO PER L'HERPES ZOSTER?

La vaccinazione esiste. È in singola dose, molto semplice da somministrare, indicata per le persone di un’età superiore ai cinquant’anni e in generale per chi è a rischio di sviluppo per questa patologia, per appunto casi pregressi di varicella