LO SPORT FA BENE AL CUORE?

L’attività fisica è da sempre considerata un elemento essenziale per il mantenimento e raggiungimento dello stato di salute.

Fare attività fisica in maniera costante e ben organizzata (cioè allenarsi), determina un netto miglioramento della qualità e della quantità di lavoro che il cuore può esplicare con importanti effetti positivi come la riduzione della frequenza cardiaca (bradicardia), l’aumento delle dimensioni del cuore (ipertrofia del ventricolo sinistro), il miglioramento delle capacità del ventricolo sinistro (maggior capacità contrattile complessiva), il miglioramento della qualità e quantità delle coronarie (cioè i vasi arteriosi che portano il sangue dentro il cuore).

Nel confronto tra persone che hanno gli stessi problemi fisici, chi pratica attività fisica regolarmente presenta una riduzione del 40-50% del rischio di avere problemi al cuore rispetto ai sedentari.

L'esercizio fisico riduce anche il rischio di sviluppare il diabete mellito e l’ipertensione arteriosa, contribuendo a diminuire la pressione arteriosa nei soggetti ipertesi e i valori del colesterolo nei soggetti che hanno valori elevati.

QUAL È LA FREQUENZA SETTIMANALE CONSIGLIATA?

Fare attività fisica è consigliato a tutte le età, a seconda delle proprie caratteristiche e condizioni fisiche. Per ottenere buoni risultati nel miglioramento del proprio benessere cardiocircolatorio è necessario fare almeno o un'ora  tutti i giorni di attività fisica come camminare a passo veloce, oppure fare sport almeno 2-3 volte a settimana per stimolare l’organismo a mettere in moto tutti i meccanismi necessari a garantire il miglioramento del funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio. e quindi del cuore. 
Quindi è necessario effettuare attività fisica regolarmente per ottenere dei benefici cardiaci, e non saltuaria.

QUALI SPORT PREFERIRE?

Per quanto riguarda la scelta del tipo di attività da preferire, senza dubbio quella aerobica (per esempio nuoto, corsa) è la più consigliata per il miglioramento del funzionamento del cuore. Svolgere attività anaerobica, come sollevare pesi, è meno indicato a questo fine dato che è un tipo di lavoro che si svolge in cosiddetta “assenza di ossigeno”, e quindi produce solo un aumento della massa dei muscoli periferici con un aumento anche importante della pressione arteriosa che si riflette sul cuore, con vari tipi di conseguenze.


Certamente svolgere attività fisica combinata permette di ottenere i risultati migliori forniti dalle due tipologie di sport a favore del benessere complessivo, sempre nella corretta applicazione di un programma di allenamento ben congegnato.