CHE COS'È?

Il diabete mellito è un’alterazione del metabolismo dei carboidrati  caratterizzata da un aumento cronico della glicemia nel sangue.

CHI È A RISCHIO?

I soggetti ad alto rischio di diabete sono quelli che hanno già avuto una precedente diagnosi di iperglicemia a digiuno, di alterata tolleranza ai carboidrati, oppure un diabete gestazionale, di età superiore ai 45 anni e indice di massa corporea > 25.

Inoltre è bene che si sottopongano a regolari controlli soggetti di età <45 anni con una o più delle seguenti condizioni:

  • inattività fisica;

  • familiarità di primo grado per diabete mellito;

  • ipertensione arteriosa;

  • bassi livelli di colesterolo hdl e/o di trigliceridi;

  • nella donna, parto di neonato maggiore di 4 kg;

  • basso peso alla nascita;

  • sindrome dell’ovaio policistico;

  • evidenza clinica di malattia cardiovascolare.

Tutti questi soggetti dovrebbero sottoporsi a una visita diabetologica.
Infatti è molto importante che la diagnosi venga effettuata tempestivamente per poter ridurre al minimo il rischio di complicanze che un’iperglicemia cronica può comportare (complicanze vascolari, cardiache, neurologiche, agli occhi, ai reni, all’apparato sessuale).