CHE COS'È L’HPV?

Hpv è il papilloma virus umano. L'Hpv è un’infezione molto frequente, che la maggior parte delle donne prende almeno una volta nella vita; si accerta la sua presenza sottoponendosi al pap test

CHE COSA FA QUEST'INFEZIONE?

In genere non causa alcuna alterazione e si risolve da sola. In una minoranza di casi provoca delle lesioni a livello del collo dell’utero. La maggior parte delle lesioni guariscono spontaneamente ma alcune, se non curate, progrediscono lentamente verso forme tumorali.
Ci vogliono però molti anni perché le lesioni si trasformino, e solo pochissime delle donne con infezione da papilloma virus sviluppano un tumore del collo dell’utero.

QUANTO TEMPO DURA L’INFEZIONE DA HPV?

La grande maggioranza delle infezioni scompare spontaneamente, circa il 50% nel corso di un anno, e circa l’80% in due anni. Quando l’infezione scompare, anche il rischio scompare.

COME SI PRENDE L'HPV?

Si prende per via sessuale, anche se non necessariamente in seguito a un rapporto sessuale completo.
In alcuni casi l’infezione può essere trasmessa da una persona all’altra anche molto dopo che una delle due persone l’ha presa. Il fatto di avere l’infezione può quindi non avere nulla a che fare con l’attuale compagno.

COME SI DIAGNOSTICA L'HPV?

Innanzitutto si deve eseguire un pap test. Nel caso il pap test diagnosticasse anomalie cellulari come Asus/Agus/Lsil/Hsil, questo potrebbe essere un indice d'infezione da papilloma che può essere rilevato con l’Hpv test.
In questi casi il medico può consigliare di eseguire anche una colposcopia con eventuale biopsia dell’utero.

COME SI CURA L'INFEZIONE DA HPV?

Non ci sono ancora medicine per curare quest'infezione. In particolare, si è visto che non servono gli antibiotici, gli ovuli o le lavande vaginali.
La cosa più importante è identificare in tempo le alterazioni provocate dal virus, che sono quelle che cerchiamo con il Pap-test.

SI PUÒ PREVENIRE IL CONTAGIO DELL'HPV?

È molto difficile prevenire il contagio da Hpv: infatti è un’infezione molto comune, soprattutto fra i giovani, e il preservativo non garantisce una prevenzione del 100%. Oggi c’è però un vaccino contro alcuni tipi di virus responsabili di circa il 70% dei tumori del collo dell’utero.

PER APPROFONDIRE:

Visto il tema delicato e di non facile divulgazione, il Gruppo italiano Screening del Cervicocarcinoma, un'associazione senza scopi di lucro, ha prodotto questo opuscolo informativo intitolato Le 100 domande sull'Hpv.
Si tratta in realtà di tre documenti sul papilloma virus umano Hpv. Due sono rivolti sia alle utenti sia agli operatori dei programmi di screening per la prevenzione del tumore del collo dell’utero, dei consultori e degli ambulatori vaccinali. Un documento è rivolto invece agli operatori.