CHE COS'È LA BULIMIA?

La bulimia è un disturbo del comportamento alimentare caratterizzato da episodi di abbuffata, seguiti da comportamenti compensatori. Colpisce prevalentemente le donne e si manifestano soprattutto nel corso dell’adolescenza. L'abbuffata consiste tipicamente nel mangiare grandi quantità di cibo, dove si ha la sensazione di perdita di controllo, a cui segue un comportamento compensatorio quale il vomito autoindotto, abuso di diuretici e lassativi ed eccessiva attività fisica

Lo scopo di questo comportamento è di eliminare la grande quantità di cibo ingerita ed alleviare il senso di colpa, (provocato dall'abbuffata ) e di prevenire l’aumento di peso.
La bulimica di solito nega l'esistenza del problema con gli altri ma riconosce che la sua alimentazione è anormale.
 

QUALI SONO LE POSSIBILI CAUSE DELLA BULIMIA?

La bulimia è legata sia a  fattori familiari, sociali, come il mito per la magrezza e psicologici, come il perfezionismo.
I fattori familiari e sociali preparano il terreno per lo sviluppo della bulimia e le caratteristiche psicologiche dell'individuo sono il fattore determinante. 
Le persone bulimiche, attraverso l’abbuffata e i comportamenti compensatori, cercano di ridurre emozioni sgradevoli che non riescono a gestire. Purtroppo questi sentimenti riemergono, rendendo necessari ulteriori abbuffate e comportamenti compensatori.
 

COME SI CURA?

Per la cura della bulimia è necessario ricorrere a un intervento multidisciplinare che preveda il percorso mirato con psicologo o psicoterapeuta, il supporto di un nutrizionista ed eventuale terapia farmacologica.