DI COSA SI TRATTA?

Le lesioni nervose periferiche sono lesioni a carico dei nervi. Possono essere dovute a compressioni delle radici nervose a livello del rachide, a compressioni locali del nervo oppure a resezioni totali o parziali in seguito a frattura ossea o intervento chirurgico.

La sintomatologia è caratterizzata da alterazione della sensibilità (disestesie, parestesie..), dolore, ipotonia o atonia muscolare, funzionalità della parte colpita ridotta o assente.

TUNNEL CARPALE

Una delle lesioni nervose periferiche da compressione più comuni è la sindrome del tunnel carpale.
Il tunnel carpale è un canale situato a livello del “tallone” della mano, attraverso il quale passa il nervo mediano.
Il nervo mediano è responsabile dell’innervazione della muscolatura flessoria delle prime tre dita della mano, e della sensibilità delle prime tre dita e parte mediale del palmo.

La compressione del nervo avviene per infiammazione e ispessimento del canale carpale e questo può causare inizialmente formicolii e dolore, soprattutto notturni, e successivamente un deficit funzionale anche importante (per esempio mancata presa di oggetti).

L’infiammazione del canale spesso avviene a causa di posizioni scorrette della mano durante la giornata (lavorare per molte ore al pc) o per movimenti continui e stereotipati ripetuti durante il giorno (catena di montaggio).

CHE COSA FARE?

Se il formicolio e il dolore persistono è necessaria una visita ortopedica o neurologica per l’inquadramento diagnostico.
Una volta diagnosticata la sindrome, i trattamenti per questa patologia saranno relativi alla gravità della compressione e della sintomatologia.

Per alleviare il dolore e l’infiammazione sono indicate le terapie fisiche antinfiammatorie (ultrasuoni, ionoforesi…), mentre per il recupero della mobilità e della funzionalità della mano sono fondamentali la fisiochinesiterapia con l’aiuto del taping neuromuscolare.

SUGGERIMENTI

La diagnosi, e quindi i trattamenti precoci, possono limitare la degenerazione della patologia.