CHE COSA SONO GLI ACUFENI?

Chi soffre di acufeni sente dei rumori, come fischi, ronzii, fruscii o pulsazioni, che l'orecchio percepisce come fastidiosi, a tal punto da influire sulla qualità della vita del soggetto che ne è affetto. Questo disturbo uditivo può essere costantemente percepito oppure può andare a venire in diversi momenti della giornata.

CHI NE SOFFRE?

Gli acufeni sono un sintomo relativamente comune. Esistono diversi fattori che possono contribuire a questo fenomeno.
In particolare, alcune caratteristiche del temperamento e del carattere sembrano essere associate all’insorgenza e al mantenimento di questo sintomo. 
Persone abitualmente iperattive, predisposte all’irascibilità, poco confidenti con l’ascolto e la comunicazione delle proprie emozioni, che hanno la tendenza a cercare di avere un elevato senso di controllo della realtà e di sé stesse e che hanno una rete sociale ridotta, in fasi della vita che richiedono particolari adattamenti a un cambiamento nei ritmi quotidiani, sono più esposte a questa possibilità.

COME SI PUÒ CURARE?

Il biofeedback è una tecnica di rilassamento che da decenni si occupa di trattare disturbi somatici attraverso l'apprendimento di tecniche di gestione di alcune funzioni del corpo.
Nel caso dell'acufene, l'obiettivo è quello di diminuire i livelli di tensione e stress che possono esserne tra le cause. 
L'intervento dura 5 sedute, durante le quali, lo psicoterapeuta rileva, in tempo reale, dei parametri fisiologici (respirazione e battito cardiaco) e li rimanda al paziente attraverso un monitor.
L'apprendimento delle tecniche di gestione passa dalla consapevolezza dell'andamento dei propri parametri, la cui riduzione può incidere positivamente sull'acufene.

Il training di rilassamento tramite biofeedback può anche aiutare a gestire l'impatto emotivo causato dall'acufene, che spesso è una causa del peggioramento dell'acufene stesso: come reazione ad esso, infatti, spesso si sperimentano rabbia e frustrazione che possono causare ulteriore stress e tensioni muscolari.

BIBLIOGRAFIA

H. Bartels, B. Middel, S.S. Pedersen, M.J. Staal, F.W. Albers, The distressed (Type D) personality is independently associated with tinnitus: a case-control study, in "Psychosomatics", pag. 51(1):29-38, 2010 Jan-Feb.