CHI BEN COMINCIA È A METÀ DELL’OPERA    

Anche per i più piccoli la prevenzione delle carie e delle malattie gengivali consente di evitare la terapia della maggior parte delle patologie del cavo orale. Vediamo allora come si fa.


PREVENIRE LE CARIE E LE MALATTIE GENGIVALI IN 4 MOSSE

  • Igiene orale: la prevenzione delle carie e delle malattie gengivali passa attraverso il controllo della placca batterica, che è la causa di entrambe le malattie. È buona norma che il bambino sia aiutato a lavarsi i denti almeno una volta al giorno, fino a quando non sarà capace di farlo da solo. L’ideale è usare uno spazzolino con manico diritto e rigido, con una testina piccola con setole di durezza medio/morbida, indifferentemente a mano o elettrico. I denti vanno lavati da quando spunta il primo dentino da latte!

  • Alimentazione: le sostanze preferite dai batteri sono gli zuccheri. Maggiore è la permanenza degli zuccheri e dei batteri nel cavo orale, maggiore è il rischio di sviluppare la carie. È meglio limitare la frequenza di bevande e cibi zuccherati e lavarsi i denti almeno 2 volte al giorno, dopo la prima colazione e prima di andare a letto. È buona regola, dopo il lavaggio serale, non dare ai bambini alcun cibo o bevanda, a eccezione dell’acqua.

  • Assunzione di fluoro: la carie si previene anche con l’assunzione di fluoro fin dalla gravidanza, pratica che dovrebbe essere proseguita per tutto il corso della vita. Per le quantità di fluoro da assumere in base all’età e la via di somministrazione si può fare riferimento al pediatra, al medico di base o al dentista, e alle Linee Guida del Ministero della Salute del 2013.    

  • Sigillatura dei solchi: è una tecnica non invasiva, praticabile a partire dai 6 anni di età circa, quando spuntano i primi molari permanenti. Le sigillature proteggono dalla carie i solchi dei molari e dei premolari permanenti, difficili da pulire. Il sigillante è una resina inerte che isola i solchi creando una barriera meccanica nei confronti della placca batterica.


E PER EVITARE MALOCCLUSIONI E APPARECCHI?

Le malocclusioni possono avere diverse cause, ma è possibile intervenire più efficacemente sui fattori che derivano dall’ambiente esterno.    

  • Prevenire precocemente le cattive abitudini, come la suzione del ciuccio o della tettarella oltre i 2/3 anni di età, la respirazione con la bocca e la deglutizione atipica (ovvero l’interposizione della lingua tra le arcate dentali durante la deglutizione). Le conseguenze più frequenti possono essere malocclusioni quali: morso aperto anteriore, cross-bite o inversioni dentarie latero-posteriore, palato stretto;

  • la perdita precoce dei denti da latte in seguito a una carie può favorire una malocclusione. Pertanto è bene prevenire e curare le carie dei denti da latte in modo che cadano solo quando è il loro momento giusto, cioè quando il dente permanente corrispondente è pronto a spuntare;

  • la prima visita dall’odontoiatra/ortodontista è indicata intorno ai 5 anni; lo specialista potrà richiedere la radiografia panoramica delle arcate dentarie per verificare la presenza di eventuali condizioni patologiche quali la mancanza di denti permanenti o la loro errata posizione.

I bambini hanno problemi orali ed esigenze diverse dagli adulti ed è quindi importante che vengano accolti in un ambiente sereno che li metta a loro agio e che siano visitati e curati da personale con competenze specifiche nella pedodonzia cioè l'odontoiatria pediatrica.

 

MESE DELLA PREVENZIONE DENTALE 

Ottobre è il mese della prevenzione dentale. Per l'occasione Centro Medico Santagostino lancia i suoi screening gratuiti, di due tipologie: per adulti e per bambini (scopri di più). Compila questo form per prenotare il tuo screening di ortodonzia (adulti) o clicca qui per prenotare uno screening odontoiatrico per il tuo bambino.