COS’È LA TOXOPLASMOSI?

È una malattia abbastanza comune, non grave; nella maggior parte dei casi non produce alcun disagio e chi ne è affetto non si accorge di averla contratta. In alcuni si può manifestare con sintomi simili a quelli dell’influenza: febbre che persiste da alcuni giorni fino a qualche settimana, dolori muscolari e ingrossamento dei linfonodi. La toxoplasmosi può essere gravi nelle donne portatrici di HIV/AIDS o che stanno facendo una chemioterapia. Se la malattia si contrae per la prima volta durante la gravidanza è possibile trasmetterla al feto.
L’infezione si diagnostica attraverso un esame del sangue.

COME SI CONTRAE?

Il contagio avviene principalmente attraverso l’ingestione diretta di un parassita relativamente diffuso. In alcuni casi l’infezione può avvenire in seguito a emotrasfusioni o a trapianto d’organo.
 

CONSIGLI PER LA PREVENZIONE

Se hai un gatto in casa:

  • vuota la lettiera ogni giorno indossando dei guanti; se ti è possibile, chiedi ad altri di farlo al tuo posto;
  • non farlo uscire, per evitare che si cibi di topi o uccelli;
  • alimentalo solo con cibi secchi o ben cotti.

Alimenti:

  • non mangiare carne cruda o poco cotta, salumi e insaccati;
  • dopo avere manipolato cerne cruda evita di toccarti gli occhi, il naso e la bocca con le mani non lavate;
  • lava bene le stoviglie e i piatti che sono stati a contatto con carne cruda;
  • lava accuratamente la frutta e la verdura prima di mangiarla;
  • congela la carne (compresa gli insaccati) a una temperatura inferiore e -12,5°.

In giardino:

  • indossa sempre i guanti, perché la terra potrebbe essere contaminata dalle feci del gatto.

 

QUANDO ESEGUIRE IL TEST?

Quando hai deciso di iniziare una gravidanza o appena scopri di aspettare un bambino.