Vaccino epatite B

A CHE COSA SERVE IL VACCINO EPATITE B?

Il vaccino anti epatite B conferisce un’elevata efficacia protettiva dall’epatite B, una malattia infettiva contagiosa che colpisce il fegato ed è causata da un virus. L’infezione può decorrere senza disturbi o manifestarsi in forma acuta con debolezza, nausea, vomito e ittero (colorazione giallastra della pelle e degli occhi). Raramente la forma acuta porta a morte, nella maggior parte dei casi guarisce spontaneamente ed il virus viene eliminato. In alcuni casi l’infezione persiste e il soggetto diventa così un portatore cronico del virus, anche senza avere disturbi. In altri casi invece, con maggior frequenza nei bambini, la malattia può evolvere in epatite cronica e complicarsi con cirrosi epatica e cancro del fegato. Il virus dell’epatite B viene trasmesso dalle persone ammalate o dai portatori cronici attraverso il sangue, anche mediante punture (es. uso di droghe per iniezione) o tagli con oggetti contaminati, oppure attraverso i rapporti sessuali. Il virus può essere anche trasmesso dalla madre al figlio al momento del parto. E’ accertato che le persone che vivono con un ammalato sono a rischio di contagio.

COME SI SOMMINISTRA IL VACCINO EPATITE B?

Il vaccino viene somministrato per via intramuscolare nella coscia o nella spalla a seconda dell’età.

Il VACCINO EPATITE B È OBBLIGATORIO?

La vaccinazione è obbligatoria per l’immunizzazione di base (3 dosi) dei bambini. In caso di rifiuto ad eseguire la vaccinazione è richiesta la compilazione del modulo di dissenso. La vaccinazione è fortemente raccomandata per i soggetti affetti da malattie croniche del fegato e dei reni o con comportamenti a rischio di trasmissione del virus per via ematica e per quelli esposti ad un rischio di contagio in ambito professionale (es. operatori sanitari).

CI SONO CONTROINDICAZIONI?

Controindicazioni per il vaccino anti epatite B sono eventuali reazioni allergiche gravi (anafilassi) ad una precedente dose di vaccino o ad un suo componente. È opportuno rimandare la vaccinazione in presenza di malattie acute febbrili o disturbi generali giudicati importanti dal medico.

CI SONO EFFETTI COLLATERALI?

Generalmente gli effetti collaterali sono rari e di lieve entità e tendono a comparire entro 24- 48 ore dalla somministrazione del vaccino. Possono comparire reazioni in sede di iniezione: dolore, rossore, indurimento, o reazioni generali: febbre non elevata, dolori muscolari ed articolari, mal di testa, stanchezza. Gli effetti indesiderati nei bambini compaiono meno frequentemente rispetto agli adulti. Tuttavia, come per tutti i vaccini, non è possibile escludere l’eventualità di reazioni allergiche anche gravi come lo shock anafilattico. Coloro che subiscono un danno da una vaccinazione obbligatoria hanno diritto ad un indennizzo (Legge n° 210/92).

QUANTO COSTA?

Il vaccino anti epatite B costa 35 euro per i bambini e 40 euro per gli adulti.