Visita oculistica

A CHE COSA SERVE LA VISITA OCULISTICA?

La visita oculistica serve a valutare lo stato di salute degli occhi e della vista nel suo complesso, oltre che a diagnosticare e curare eventuali malattie oculari.

L’oculista è il medico di riferimento per i difetti della vista più diffusi come miopia, ipermetropia, astigmatismo, presbiopia.

Oltre al controllo della vista, i sintomi che spingono un paziente a rivolgersi al medico oculista sono disturbi e fastidi che riguardano gli occhi, come lesioni oculari, strabismo, sindrome dell’occhio secco, infiammazioni dell’occhio, o sintomi che riguardano la vista, come annebbiamento e macchie nel campo visivo.

Si consiglia di fare controlli oculistici periodici per monitorare lo stato di salute degli occhi e diagnosticare tempestivamente anche malattie asintomatiche, come il glaucoma.

COME SI SVOLGE LA VISITA OCULISTICA?

La visita oculistica inizia con l’anamnesi: il medico oculista si informa sullo stile di vita del paziente, le sue abitudini, eventuali malattie o cure farmacologiche in corso e le patologie oculistiche presenti in famiglia.

L’oculista esamina poi la zona esterna, la funzionalità e la motilità degli occhi e può suggerire esami più specifici come la misurazione della pressione intraoculare (tonometria) e l’esame del fondo oculare. Per una migliore osservazione, l’oculista può decidere di usare delle gocce per dilatare le pupille del paziente.

Talvolta, un fastidio agli occhi può avere origini in malattie non oculistiche: in questi casi il medico potrebbe consigliare al paziente accertamenti presso altri specialisti.

COME PREPARARSI ALLA VISITA OCULISTICA?

La visita oculistica non prevede alcuna preparazione specifica. A chi usa quotidianamente le lenti a contatto è consigliato di interrompere l'utilizzo nelle 24 precedenti. Si consiglia al paziente di portare con sé i referti di eventuali esami relativi al problema oculistico.

LA VISITA OCULISTICA È DOLOROSA O PERICOLOSA?

La visita oculistica non è invasiva per il paziente.

Le gocce per la dilatazione delle pupille non sono fastidiose, ma alterano la vista per 1-3 ore rendendo consigliabile la presenza di un accompagnatore.