DI COSA SI TRATTA?

In medicina funzionale l’obiettivo primario è il ripristino delle normali, fisiologiche funzioni dell’organismo ponendo particolare attenzione ai fattori che si ritiene o si sospetti siano all’origine dei processi patologici per poter intervenire prima dell’insorgere della malattia o per ridurne le conseguenze. 
L’approccio funzionale non è né alternativo né in conflitto con la medicina curativa, di cui osserva interamente i princìpi e le linee guida.  
Concentrandosi sulla prevenzione primaria, la medicina funzionale punta ad ampliare l’adeguatezza dell’intervento terapeutico privilegiando la visione d’insieme dell’individuo, tenendo in considerazione le problematiche legate allo stile di vita e le patologie cronico degenerative, che sono oggi largamente diffuse.

LE MALATTIE CRONICHE

Le malattie croniche (cardiocircolatorie, tumori, diabeteAlzheimer e del sistema immunitario) sono aumentate enormemente di frequenza negli ultimi decenni e rappresentano ormai la minaccia alla salute più gravosa per una larga parte della popolazione. 
Grazie ai progressi della ricerca biomedica, l’efficacia dei trattamenti è aumentata enormemente con la conseguenza dell'allungamento della durata della vita
La medicina invece, non è stata in grado di impegnarsi per ridurre contemporaneamente la frequenza e il peso delle malattie croniche.
La conseguenza è che si vive più a lungo ma con patologie croniche, è quindi aumentato il fardello di sofferenze, dipendenza e incapacità che affligge negli ultimi 20-25 anni della vita.

QUAL È L'OBIETTIVO DELL'APPROCCIO FUNZIONALE?

Non è un obiettivo facile quello di ridurre la frequenza e il peso delle malattie croniche, ma è utile considerare che molto si può fare con appropriati, semplici aggiustamenti nel nostro stile di vita.
Lasciando da parte per un momento il fumo e l’eccesso di alcol, i cui danni sono ben noti, i fattori più intimamente connessi alla genesi di queste malattie sono legati al come ci nutriamo, alla sedentarietà, all’eccesso di farmaci e all’esposizione a sostanze chimiche estranee.  
A cominciare dalla prima infanzia, giorno dopo giorno il modo di affrontare la vita contemporaneo incide lentamente sul nostro benessere stimolando processi infiammatori diffusi che incidono sulla probabilità di ammalarsi anche a distanza di decenni.  
L’obiettivo della medicina funzionale è quello di riconoscere i segni premonitori del danno futuro e di intervenire in modo appropriato, generalmente attraverso modificazioni più o meno estese dello stile di vita.