L'esame urodinamico

CHE COS'È?

L’esame urodinamico serve per studiare la funzionalità della vescica e dell’uretra. L'urologo analizza le fasi di riempimento, mantenimento e svuotamento. Il medico monitora al computer questi processi.

PERCHÉ SI FA?

L'esame urodinamico è utile nei casi in cui si manifestino incontinenza, ipertrofica prostatica (cioè prostata ingrossata), alterazioni della frequenza con cui si minziona, problemi nello svuotamento della vescica e in genere le alterazioni della vescica dovute a malattie del sistema nervoso centrale o ad altre malattie.

COME SI SVOLGE L'ESAME URODINAMICO?

L’esame si svolge in ambulatorio e non è doloroso. Potrebbe però creare un qualche imbarazzo o disagio al paziente, vista la particolarità dell’esame. Si tratta infatti di urinare in presenza del medico. Per superare l'eventuale sensazione di imbarazzo, è importante tenere a mente che siamo appunto di fronte a un medico che è abituato al suo lavoro e che non ci giudica, ma anzi ci vuole aiutare. 

La sensazione che si avverte durante l’urodinamica è quella normale che proviamo sempre quando svuotiamo la vescica. Dopo l'esame non ci sono effetti di alcun tipo.

COME CI SI PREPARA ALL'ESAME?

Basta arrivare all'esame con la sensazione di dover urinare, questo infatti ci dice che la vescica è piena. La prescrizione non è necessaria, a meno che l'esame di urinocoltura, a cui ci si è precedentemente sottoposti, sia positivo.