CHE COSA S'INTENDE PER MELASMA?


Con il termine melasma si indicano delle chiazze brunastre (iperpigmentazioni) a livello della cute delle aree fotoesposte, che sono causate da un accumulo eccessivo di melanina.
Le lesioni, dalla forma spesso irregolare, si localizzano sulla fronte, sulle guance, sul labbro superiore, sul mento o sulle porzioni laterali e inferiori del volto; più raramente a livello del collo e degli arti superiori.  


CAUSE DEL MELASMA

Il melasma è un  disturbo frequente che colpisce per lo più la popolazione femminile.
Le cause reali di tale patologia sono ancora sconosciute, anche se sono state avanzate diverse ipotesi.
Si pensa che gli ormoni sessuali (estrogeni) provochino nella cute un’eccessiva produzione di melanina dopo l'esposizione alla luce.
A sostenere questa teoria vi è la consapevolezza che il melasma può insorgere con una gravidanza (infatti durante la gestazione l’ipofisi è in grado di produrre in maggiore misura uno specifico ormone iperpigmentante) o con l'utilizzo della pillola contraccettiva.
Altre ipotesi riguardano l'uso di cosmetici profumati e di determinati farmaci; inoltre sembrerebbe che anche lo stress possa avere un ruolo all’origine di tale disturbo.

TERAPIA

Il trattamento si basa sull’utilizzo di prodotti  topici tossici per le cellule che producono la melanina (idrochinone e acido kojico), anche se i risultati sono spesso incostanti.
Alternative a questo tipo di trattamento sono i peeling e l’utilizzo di alcuni laser particolari.
 

CONSIGLI

Applicare una costante foto-protezione durante tutto l’anno con creme con fattore di protezione 50+.